To Rome with stocazzo

Suppongo che esista un teorema che dice che appena si riacquista un minimo di fiducia nell’umanità deve immediatamente succedere qualcosa che riporti la suddetta a livelli inferiori di quelli precedenti. Questo è indubbiamente il caso, visto che dopo eventi che potevano avermi messo in quello che i comuni mortali potrebbero anche definire buonumore ho avuto la pessima idea di accettare un invito al cinema, non tanto per la cosa in sé che alla fine di andare un mercoledì al cinema che costa meno ci può anche stare il problema è stata l’infausta scelta del film da vedere, ossia To Rome With Love di Woody Allen.

Avevo letto recensioni non entusiaste, potevo aspettarmi che piovesse, ma non certo che grandinasse. Midnight in Paris mi era piaciuto, certo non era il film della vita, ma sticazzi si faceva guardare e i temi mi avevano anche colpito abbastanza, ma To Rome etc è un cazzo di obbrobrio inguardabile.

Già un film a episodi mi lascia sempre un po’ perplesso, soprattutto quando non c’è un filo comune a tenerli insieme che non sia l’idea di fare qualche bella inquadratura da cartolina di Roma che certo merita sempre, ma non sopperisce alla mancanza di cose da dire. La visione di un’Italia pseudo anni 50, ma attualizzata con smartphone e computer poi è qualcosa di vomitevole, come gli adattamenti di Agatha Cristie in senso moderno che non hanno senso alcuno questo fa ancora più schifo.

Gli episodi poi sono tremendi, salvo solo quello dell’architetto che si ricorda la sua gioventù, non è il massimo dell’idea, ma indubbiamente è la più riuscita e quella che sa meno di grottesco rispetto a tutte le altre. Quello di Benigni è a dir poco inguardabile, un tema delicato e attuale come la celebrità senza motivo è trattato nel peggiore dei modi possibili in un modo che sa solo di grottesco e stupidità. Quello con Woody Allen medesimo è terrificante, a parte constatare che Woody Allen sa recitare solo la parte di sé stesso (de facto impersona lo stesso ruolo in tutti i film) avrebbe come morale che tutti sono capaci a cantare sotto la doccia e le madri italiane sono sempre pronte all’accoltellamento? Ridicolo. Per ultimo, ma non meno schifoso quello dei pordenonesi che si vogliono trasferire a Roma. A me i doppiaggi dialettali fanno schifo, ma devo dire che è questo è l’unico film dove li avrei tollerati in quanto avrebbero dato un minimo di senso alle specifiche regionali dei personaggi che così invece risultano nettamente piatti, quindi avrei gradito che a questi due li si avesse fatti parlare con un minimo di accento del nordest. Questo sarebbe servito intanto per distinguerli un po’ dagli altri e anche per rendere l’idea della provincialità dei personaggi che invece in questo modo resta relegata a dei vestiti tremendi che non metterebbe neanche mia nonna, come se nell’A.D. 2012 il modo di vestirsi sia una specifica regionale. Pessima idea. A parte questo nella sottosottotrama della moglie Albanese che fa il t(r)ombeur de femmes è qualcosa di osceno e inguardabile, uno stillicidio visivo ogni secondo che sta in camera, una cosa ripugnante a dir poco. Nella sottosottotrama del marito ci sta Penelope Cruz mezza nuda che risalta la scena, ma a me manco piace la Cruz. Avrei preferito nel ruolo Sasha Grey, che adesso fa l’attrice impegnata ma sì che sa fare la troia e poi è un orgoglio dei nati nel 1988.

La conclusione è che piuttosto che andare a vedere ‘sto film era meglio se rimanevo a casa a suonare i Bolt Thrower o andavo al molo a ubriacarmi e cadere in acqua. A mio giudizio uno dei film più brutti che io abbia mai visto in assoluto. Bleah.

 

PS: tra l’altro Sasha Grey è infinitamente meno volgare di quel puttanone atroce di Penelope Cruz

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...